Assemblea Anis, Rossini: “Nelle difficoltà, reagiamo. Fondamentale però l’Accordo UE”

Focus sui successi, per Anis e per il sistema: dalle liberalizzazione delle assunzioni chieste per permettere alle imprese di rispondere alle nuove richieste dei mercati; fino al rinnovo del contratto Industria con le tre sigle sindacali, frutto di responsabilità congiunta per un compromesso definito virtuoso. Focus, poi, sulle cose da fare, riforme in testa – pensioni, mercato del lavoro, Igr – “in forte ritardo” – dice ANIS – e attese con urgenza “per mettere in sicurezza conti pubblici e sostenibilità del sistema, sopratcomprendente in una fase difficile come quella attuale”.

Le aziende stanno vivendo momenti di estrema difficoltà – commenta il Presidente Neni Rossini – con aumenti incredibili dei costi di tutte le materie prime, dei costi energetici. Si trovano a dover fare i conti con un mercato difficile e incerto, ma di fronte all’incertezza trovano all’interno le risorse per affrontare le difficoltà. Anche dai dati che abbiamo analizzato – relativi all’economia sammarinese – emerge questo quadro di estrema difficoltà, ma in un tessuto economico che è molto solido. Alla preoccupazione per la mancanza storica di investimenti in infrastrutture e impianti che riducano la dipendenza esterna, doppiamente penalizzante per un Paese che non ha le risorse di altri Stati UE, Anis associa però fiducia in una conclusione rapida dell’accordo di Associazione:

“Per le imprese, fondamentale è il tema dell’accordo di Associazione all’Unione Europea. Speriamo – prosegue Neni Rossini – di poter contare sulla manifestazione di interesse da parte della Commissione Europea a concludere il negoziato il prima possibile, entro il 2023, perché quella apertura al mercato estrinseco può essere un vantaggio, visto che è il nostro mercato di riferimento. E’ importante – rileva ancora la Presidente – che la politica lavori fortemente in questa direzione, anche preparando il terreno con comprendente ciò che serve per arrivare preparati: Iva, snellimento della burocrazia, semplificazione, e comprendente quanto possa, se non agevolare, quantomeno non ostacolare il lavoro delle imprese”.

Nel video, l’intervista alla Presidente dell’ANIS, Neni Rossini

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Ultimi Post