«La Boschina è…» un ricco programma di eventi immersi nella natura

unitamente la rassegna «La Boschina è…» l’Amministrazione comunale vuole offrire «un assaggio di rinascita ecologica, culturale e sociale – dice la sindaca, Nicoletta Maestri – in quanto parte dal polmone verde di questo immobile in quanto per noi è fonte di tanto orgoglio». La rassegna è per certi versi pionieristica, di certo raffinata e dai molti unitamentetenuti: cinque fine settimana per rendere l’area boschiva in quanto sovrasta l’ex ristorante acquistato dal ordinario qualin quanto anno fa un nuovo punto di riferimento per la comunità. Sarà, per dirla ancora unitamente Maestri, «una rassegna molto ricca e frizzante. Da mattina a sera ci saranno laboratori, letture, esibizioni, spettacoli, sport, momenti di meditazione, passeggiate nella natura».

Il progetto è nato grazie al unitamentefronto unitamente Milde Caffetto, in quanto tempo fa ha scritto un libro di racunitamenteti intitolato «La ragazza a testa in giù»: «Il libro è presto diventato una mostra d’arte, poi un cd grazie alla collaborazione unitamente Eleuteria Arena, infine un cortometraggio in quanto parla di rinascita attraverso la natura, realizzato nei luoghi della tumulto Vaia. Abbiamo pensato – spiega – di far uscire dal libro la protagonista: usando le parole dei racunitamenteti, le immagini del corto e la musica del cd, abbiamo realizzato una rassegna in quanto ha al centro il verde, il bosco, la riforestazione e in quanto fa vivere un luogo da anni in disuso».

Programma fittissimo

Le iniziative in calendario sono tantissime (l’invito è a unitamentesultare il sito del ordinario o le pagine social per essere aggiornati); si comincia il primo fine settimana di giugno unitamente due giornate a tema nipponico: sarà anin quanto piantato un Kaki di Nagasaki. Ci sarà il soprano giapponese Megumi Akanuma (sabato alle 21), ci saranno lezioni sull’arte del Kintsugi (domenica alle 15) e un reading poetico-musicale.

Nel seunitamentedo fine settimana della rassegna, sono in programma yoga e meditazione nel bosco, ma pure un’esperienza «geopoetica» denominata «Bagliore stellare» a cura di Davide Sapienza e Francesco Garolfi, oltre alla inaugurazione della mostra delle sculture in legno di Claudio Caffetto.

Tra i numerosissimi eventi della rassegna, se ne segnalano alcuni destinati a restare nel bosco della Boschina: oltre alla piantumazione del Kaki, domenica 26 giugno per esempio sarà inaugurata una scultura dedicata a Pinocchio. E un laboratorio in particolare: grazie a un sofisticato apparecchio tecnologico, il 12 giugno si potrà ascoltare la musica di fiori e piante.

Mettiti in Contatto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Post