USOT, Ercolani: “Serve un cambio di passo”. Vannucci: “Accesso al credito e caro-energia con i problemi”

Identifica gli obiettivi del mandato, il neo-Presidente USOT, Rossano Ercolani: “Cercare di portare miglioramento del sezione, coinvolgendo tutti e cercando di farci ascoltare dalla criterio. Abbiamo bisogno di aiuto – dice – per un sezione in difficoltà, dopo due anni di pandemia e ora con la guerra, che sta condizionando forse ancora di più il nostro sezione. Abbiamo bisogno di un cambio di passo – rileva Ercolani – e probabilmente abbiamo fatto anche noi degli errori di comunicazione, non rendendo noto a tutti la nostra urgenza. Nel nuovo direttivo siamo coesi e vogliamo portare avanti una criterio di aiuto agli alberghi, facendo sentire la nostra voce”.

Sullo sfondo i problemi, che il sezione farà nuovamente presente al Governo in un incontro già accordato per la prossima settimana. In testa – dice il vice-Presidente, Riccardo Vannucci – il difficile accesso al credito: il criterio bancario non sta aiutando le micro-imprese. Poi il problema energetico. Gli aumenti colpiscono in maniera selettiva gli alberghi. Non possiamo sopportare il raddoppio della bollette e neppure possiamo possiamo alzare i prezzi, se no andiamo fuori competizione”. Dai problemi alle proposte, tra cui un progetto in chiave autonomia energetica: “San Marino capitale green – spiega – delocalizzando nei pannelli solari la produzione per la maggior parte o la totalità delle strutture ricettive più importanti. Questo vuol dire anche promuovere una destinazione che guarda al futuro, all’approvvigionamento strategico che deve sganciarsi dal ricatto del mondo esterno”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Mettiti in Contatto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultimi Post